Sempre sabbia è | 2012

#art#sculpture

Sempre sabbia è nasce da una riflessione sul cammino. Proprio e altrui, su come si intersecano, sulla capacità che ognuno ha di disegnare o valicare i confini,su ciò che permettiamo a chi cammina vicino a noi, sopra di noi o al nostro fianco.
Il calco, con la sua catarsi, racchiude il senso del saper fermarsi e ricominciare, del correre o rallentare, per imparare ad aspettare o non tornare indietro mai;l’impronta rimane impressa nella sabbia, per ricordare quel momento dal quale andare oltre, di nuovo.
La prima opera di questa serie è dedicata all’amica chi mi ha insegnato il senso del cammino.

Piede, garza gesso e sabbia calpestata in  scatola di plexiglass
34x34x35 cm

 

Sempre sabbia è was born from a reflection on the own and others way.
Everyone has the ability to draw or cross the borders, on what we allow those who walk beside us, above us or beside us.
The cast, with its catharsis, encloses the sense of being able to stop and start, to run or slow down, to learn to wait or not to go back ever, the imprint remains etched in the sand, to remember that moment … from which go further, once again.
The first work in this series is dedicated to her friend who taught me the meaning of the journey.

Foot, gauze, plaster and sand in a box of plexiglass.

ANTEPRIMA   2012-01-13 08.04.24   2012-01-13 08.07.03